Curriculum

Musicista, ricercatore.
 
FORMAZIONE
Conclude gli studi musicali classici nel 2005 diplomandosi in tromba al Conservatorio “N.
Piccinni” di Bari, iniziando poi un’ attività negli ambiti orchestrali, lirico-sinfonici e cameristici
terminata nel 2014. Ha avuto la possibilità di suonare sotto la direzione di importanti direttori quali M° Riccardo Muti, M° Kurt Masur (Orchestra «L. Cherubuni»).
Nel 2010 inizia una ricerca autonoma sulla voce, avviando in particolare uno studio approfondito sul canto difonico, affiancato dal supporto di conoscenze musicali ed etnomusicologiche del M° Tran Quang Hai (centro nazionale di ricerca di Parigi).
Nel 2012 parallelamente all’attività artistica svolta in ambito classico nasce, assieme al pianista e sound-designer Stefan Roslmair, il duo elettroacustico A Dark dress con il quale inizia una ricerca e un’attività concertistica basata l’improvvisazione e la composizione estemporanea; tale percorso si è concretizzato e concluso nel 2015 con esecuzioni pubbliche in festival internazionali (Teatro Carlo Felice-Genova e «Punkt festival»-Wroclaw-Polonia) ricevendo critiche positive da parte dei critici G.Montano, G. Festinese e delle rispettive riviste musicali “Jazzconvention” e “Musica Jazz Italia”.
RICERCA
Nel 2013  inizia lo studio della musica tradizionale e la ricerca svolta sul campo a contatto con
il mondo agro-pastorale dell’Italia centro-meridionale;
Oggi tale ricerca è concentrata nell’area geografico/culturale di confine tra l’Ascolano il Teramano e il Reatino, si basa sulla frequentazione quotidiana degli anziani del luogo, portatori della conoscenza del repertorio, la consultazione degli archivi e il continuo confronto con gli etnomusicologi e antropologi.
ATTUALMENTE
insegna regolarmente tecniche vocali e canto difonico presso il Conservatorio «L.
D’Annunzio» di Pescara, all’ «UICAP» unione ciechi d’Italia, oltre che in vari centri di divulgazione culturale in Francia (Ethnomusika Parigi, La maison du chant Marsiglia), Germania (Klang Holz Berlino, FEZ Musik landes Akademie Berlino, Kulturlabor Berlino), Polonia (Machina Organika Wroclaw) e Italia (Conservatorio “L.D’ Annunzio di Pescara, La casa delle storie a Reggio Emilia,  Atelier « Matta » Pescara, ).
SPETTACOLI
Si esibisce con il “Canto all’arovescia” in vari contesti di divulgazione culturale, quali, «Klang Holz» – Berlino, Liceo Internazionale «L. Da Vinci» 2017 – Parigi, «Jazz warriors international 2014» – Londra, « Punkt Festival 2015 », Wroclaw, Atelier «Matta» – Pescara, Festival di paesologia «La Luna e i calanchi» – Aliano 2016, Masseria «Jesce» con Paolo Rumiz – Altamura, Festival «Arte in centro- mete contemporanee 2016» – Chieti, Vents de Vilaine 2017 a Pont Rèan. Reggionarra edizioni 2018 e 2019, Salone del libro Torino e Parigi 2018 in collaborazione con FUIS 5Federazione italiana scrittori italiani) , Londra evento organizzato dal FUIS in collaborazione con Maureen Duffy.
Nel 2018 inizia la collaborazione teatrale con Francesca Camilla d’Amico, da cui nasce lo spettacolo “Pietre che cantano” eseguito al festival Poesia in forma di Rosa 2018 a Caramanico Terme e Reggionarra edizione 2018.
Negli ultimi anni si é esibito in festival internazionali con artisti quali, Amelia Cuni, Werner Durand, Tran Quang Hai, Veronika Otto, Ganesh Anandan,  Filomena Campus, Maureen Duffy.
ALBERI DI MAGGIO
Nel 2018 crea l’associazione Alberi di maggio attraverso la quale organizza eventi legati alla ricerca e divulgazione del patrimonio di cultura orale del Piceno. Si sottolineano gli eventi “Fontefina festival” 2018 e 2019, “All’onori di Sant’Antonio” 2019, “Carnevale asciutto” 2019 e “Pianta maggio” 2019.
CONTATTI
Sito web: www.alberidimaggio.com
Fb page: «Massimiliano di Carlo»
E mail: maxdicarlo.musica@gmail.com
Menu